OE Lavanda

OE Lavanda

Nome botanico: Lavandula angustifolia
Famiglia: Labiate
Origine: originaria dell’Europa meridionale, cresce allo stato selvatico in Italia, Francia, Grecia, Spagna e Portogallo
Estrazione: ottenuta per distillazione a vapore delle sommità fiorite
Colore e densità: incolore, liquido
Sinergia: con tutti gli oli essenziali in particolare con gli agrumi e rosmarino
Azione energetica: yin yang
Pianeta: Mercurio Luna

Proprietà principali: analgesico, antimicotico, antinfiammatorio, antisettico, antispastico, calmante, sedativo, cicatrizzante, ipotensivo

Indicazioni principali: artrite, dolori muscolari, reumatismi, candida, eczema secco, punture d’insetto, flebite, cistite, otite, contusioni, distorsioni, acne herpes, prurito, influenza, cefalea, emicrania, insonnia, tachicardia, ustioni, croste, cicatrici, ferite, ipertensione

Consigli: Sacchetti di tela pieni di fiori di lavanda vengono messi tra la biancheria per profumarla e per preservarla dalle tarme. Alla sera, qualche goccia massaggiata sulla nuca e sulle tempie o messa sul cuscino, favorirà il sonno. Qualche goccia di essenza nel bagno aiuta a ristabilire il contatto tra il corpo fisico, l’eterico e l’astrale. Nel massaggio allevia i dolori muscolari. Trova un grande utilizzo nella cura della pelle: previene e calma le scottature, disinfetta le ferite, promuove la cicatrizzazione, agisce sulle punture di insetti, sulle micosi, combatte la seborrea. Può stimolare la ricrescita dei capelli, in caso di alopecia aerata, mettendo 3 gocce nello shampoo o nella lozione. E’ molto utile per i disturbi dei bambini, opportunamente miscelata con l’olio di mandorle, sia vaporizzata nell’ambiente che lasciata cadere (una o due gocce) sul cuscino. I dolori mestruali, invece, possono essere curati con applicazioni di compresse calde sull’addome.
In caso di shock, svenimento, o colpo di calore, massaggiata sulle tempie e sotto le narici, aiuta la persona a riprendersi.

Per la psiche: Aiuta a rafforzare, sotto l’influsso della luna, l’ego della donna, stabilizzandone l’emotività eccessiva, toglie l’irrequietezza, la mancanza di serenità, l’agitazione costante. Massaggiare il terzo chakra. Dà equilibrio a tutti i chakra, aiuta a raggiungere gli stadi più profondi della meditazione. Equilibrante ed energizzante

Consiglio Giusy: portate sempre con voi un boccettino di lavanda, come pronto soccorso.

Controindicazioni: nessuna

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.