Verbasco – tasso barbasso

Nome botanico: verbascum thapsus famiglia delle Scrophulariaceae

Descrizione: Il verbasco è una pianta originaria delle zone asiatiche ed europee ed è una pianta comune biennale, è un’erbacea alta 80-150 cm, a fusto eretto, forte, talvolta ramificato; con foglie grandi, densamente lanuginose, ed ha fiori gialli, grandi, raccolti numerosi in una spiga. Il pollone cresce semplice ed elevato con una certa lanugine di colore giallo. Le foglie sono ovate e i fiori grandi con la corolla gialla, divisa in cinque spicchi profondi. La fioritura inizia in maggio. Il suo habitat corrisponde a terreni incolti, sulle scarpate o tra le macerie.

Proprietà: Tosse (tosse grassa, con espettorato), bronchiti, raffreddori, tracheiti. Per uso esterno (in generale si usano le foglie) emorroidi, prurito anale, foruncoli, giradito.

Indicazioni: fornisce vitamine B2, B5, B12 e D, colina, magnesio e zolfo. La pianta di verbasco è considerata nell’erbario come un’erba amara, rinfrescante, mucillaginosa, decongestionante, espettorante, antisettica, diuretica, analgesica. È utile nel caso di tosse, catarro, pertosse, bronchite, laringite, infezioni del tratto urinario e diarree.  I fiori e le foglie di verbasco vengono utilizzati per le loro proprietà sedative, emollienti e lenitive, antinfiammatorie principalmente per le vie respiratorie.

 Per uso esterno le foglie vengono utilizzate per decotti detergenti su piaghe e ferite, per cataplasmi su foruncoli, scottature, emorroidi e geloni.

Avvertenze: Evitare l’assunzione di verbasco in caso di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.