Noce

Nome botanico: Juglans regia L. Famiglia delle Juglandaceae.

Descrizione: conosciuto anche come Noce Bianco . La noce ha un profondo significato simbolico, difende con estrema forza un contenuto prezioso.

Storia: le Sacre Scritture sono paragonate alla noce: il guscio corrisponde ai fatti storici, il vero contenuto corrisponde ai simboli e ai misteri.

Proprietà: astringente, antibatteriche, fungicide, dell’insufficienza venosa, delle emorroidi, della diarrea, delle otiti e delle tracheobronchiti. Per uso esterno: antipruriginose, addolcenti, antalgiche, vulnerarie, antinfiammatorie. Il Noce è indicato contro la desquamazione cutanea, il prurito, l’acne, l’eczema e le infiammazioni delle cavità orali.

Indicazioni: la tintura madre di Noce trova quindi impiego per uso interno nel trattamento dell’insufficienza venosa, delle emorroidi, della diarrea, delle otiti e delle tracheobronchiti.

Grazie all’azione astringente e lievemente antinfiammatoria svolta dai tannini contenuti nel noce, l’utilizzo esterno di questa pianta è stato ufficialmente approvato per il trattamento delle infiammazioni della pelle e dell’eccessiva sudorazione. Per il trattamento dei sopra citati disturbi, si può utilizzare un decotto di noce per uso esterno

Disbiosi intestinale: assumere 40 gocce di macerato glicerico, in un po’ di acqua due volte al giorno.

Controindicazioni

Possibili interazioni con gli antidiabetici orali. Evitare l’assunzione di noce in caso di ipersensibilità accertata verso uno o più componenti.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.