Gynostemma

Nome botanico: gynostemma pentaphyllum famiglia delle cucurbitaceae

Descrizione: è una pianta erbacea perenne originaria delle zone montuose di Cina, Corea e Giappone. chiamata anche “Ginpent”, “Jiaogulan” e “Makino”. Le proprietà di questa pianta erano conosciute fin dall’antichità e la si usava ai tempi della dinastia Ming ( 1300 A.C). Negli antichi testi di medicina cinese viene citata come una pianta miracolosa o “albero dell’immortalità” o della vita eterna. La Gynostemma cresce spontaneamente fino a 1300 metri di altitudine, ma viene anche coltivata in pianura. Attualmente è molto diffusa nel Nord Italia. Si tratta di una specie vegetale che può essere coltivata anche sul balcone di casa. Si presenta con radici rampicanti, un fusto esile di colore bianco, foglie membranose e fiori di dimensioni molto piccole di colore giallo verde.

Proprietà: adattogena, antistress, energizzante, antinfiammatoria, lassativa, antiossidante, immunoprotettiva, cardiotonica

Indicazioni:ha degli effetti molto simili al ginseng, ovvero energizzanti, antistress e antifatica. Come il ginseng, infatti, viene definita una pianta adattogena, capace cioè di migliorare la risposta dell’organismo agli stimoli esterni e agli agenti stressanti. Rispetto al ginseng, però, presenterebbe alcune fondamentali differenze, oltre a dare energia, infatti, avrebbe anche un effetto calmante che favorisce il sonno e il riposo. Le sostanze presenti nella gynostemma: flavonoidi, sali minerali, vitamine, aminoacidi e proteine.

Gli effetti della pianta si esplicano su diverse aree dell’organismo, anzi sembra siano molto diversi da un individuo all’altro, alleviando gli specifici disturbi o malattie croniche del soggetto che ne fa uso. Ad esempio se una persona soffre di dolori reumatici, avrà un miglioramento di questi dolori, se soffre di colesterolo alto avrà un abbassamento di questa sostanza nel sangue. Il meccanismo di azione della gynostemma resta tutt’ora sconosciuto, ma è come se la pianta andasse a scovare e curare la singola malattia che affligge la persona.

E’ utile per curare i disturbi ai polmoni, l’asma, le bronchiti, la tosse. E’ efficace  per  i disturbi  allo  stomaco ed all’intestino, per i problemi di fegato e dei reni, nella depressione, per l’insonnia ed il nervosismo. In linea generale grazie anche a studi e ricerche, vengono attribuite proprietà energizzanti, stimolanti, cardiotoniche, antiossidanti, immunostimolanti, di abbassamento della pressione arteriosa e del colesterolo.

Per migliorare le prestazioni sportive la dose consigliata per le compresse è di una per tre volte al giorno. Le compresse si assumono preferibilmente al mattino e a pranzo. Insomma, un ottimo ricostituente generale per gli stati di malessere e stress psico-fisico

Avvertenze non sembra avere effetti collaterali.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.