Articolo di Monica Sorte

Quasi 25anni di attività nel segno del cambiamento. Benessere e Artigianato dal Mondo è uno dei negozi di vicinato premiati nel corso di Strada Facendo per l’impegno e la lunga presenza sul territorio. Un’attività particolare, unica nel suo genere, che coniuga lo studio di naturopatia con il negozio che propone prodotti di artigianato provenienti da tutto il mondo. Ad accoglierci nei suoi locali la titolare Giusy Franti, che insieme alla collaboratrice Teresa Baruffi ci apre le porte su questo mondo che si è evoluto ed ha mutato nel tempo. «Questa attività è stata aperta da me e da mio marito il 17 maggio1997», racconta Giusy. «E il fatto di cominciare di venerdì 17 non ci ha mai creato nessun preconcetto. Anzi, siamo partiti proprio con l’idea che questa data dovesse portarci fortuna». E di fortuna ne ha portata parecchio dato che il negozio, da allora, è andato avanti cambiando continuamente ed evolvendosi sulla base di studi che Giusy, nel frattempo, ha portato avanti. «Nel lontano 1997 siamo partiti come negozio di complementi d’arredo. Mio marito era falegname e vendevamo oggetti d’antiquariato, oltre a qualche pezzo particolare in marmo o in alabastro».

Poi, pochi anni più avanti, la svolta. « Ho avuto la fortuna di incontrare a Milano un brasiliano che mi ha parlato dell’energia delle pietre. In un primo momento ho pensato che fosse pazzo ma, in virtù del beneficio del dubbio, ho approfondito le sue teorie. Ho incominciato a studiare, ho fatto i corsi di cristalloterapia e ho cominciato a inserire le pietre nel mio negozio». Ora il repertorio dei cristalli conta più di 250 pietre con relativa schedatura esplicativa, oltre ai gioielli in pietra e argento. L’altro grande cambiamento è avvenuto grazie a una cliente che ha consigliato a Giusy lo studio dei Fiori di Bach. «Anche in questo caso ho fatto dei corsi con un naturopata tedesco, per imparare a prepararli. Il mio è stato tutto un percorso di studi, fatto anche grazie ai miei clienti». Nel 1999 Giusy, oltre ad essere naturopata, è diventata Master Reiki e in seguito trainer Matrix 2 point, entrambi percorsi che, tramite l’energia, lavorano sul cambiamento della persona. «Chiaramente ci vuole la volontà di cambiare da parte di chi si sottopone ai trattamenti», spiega Giusy. «Io li guido in questo percorso che porta alla modifica delle abitudini e del modo di pensare, per non ricadere nelle vecchie opportunità. Questo è un posto del cambiamento, da me vengono persone che vogliono darsi una mossa, abbandonare le cose che non servono e cominciare una vita nuova, portandosi appresso solo le cose necessarie». Dall’inizio della pandemia i trattamenti non si possono fare e l’attività di Giusy è limitata alle sole consulenze. A breve partirà però il corso di cristalloterapia, al quale seguirà un primo livello di Reiki e poi un secondo livello. Insieme a Teresa, che è il suo braccio destro, Giusy ha continuato a studiare. «E non è ancora finita!», sottolinea. «Il negozio si è formato pezzo per pezzo e ogni volta si aggiunge qualcosa. Non ci fermiamo mai. Abbiamo un giro di clienti molto variegato, è questo è stato il fattore determinante che mi ha permesso di non chiudere. La nostra filosofia è che non bisogna correre dietro alla moda ma ai bisogni». Facendo un giro per il negozio si possono trovare prodotti naturali che vanno dai fiori australiani, ai fiori himalayani e ai fiori di Bach. «Ho studiato a lungo per essere in grado di prepararli autonomamente. Il mio è uno studio continuo, nel mio piccolo sono una ricercatrice».

Giusy si dedica anche all’ Enneagramma, ossia allo studio delle personalità, un metodo antichissimo che si insegna ora anche all’università di Bologna. Nel negozio si trovano oggetti di antiquariato provenienti da diversi paesi del mondo, luoghi nei quali Giusy si è recata alla ricerca di abitudini, riti e conoscenze tradizionali, oltre che dell’artigianato locale da proporre ai suoi clienti. «Mi piace viaggiare, conoscere persone, culture e vedere panorami meravigliosi. L’unica condizione che pongo è che deve esserci il caldo. Quindi Kenya, Giamaica, Cuba, Tailandia, Zanzibar, Indonesia, Grecia e Spagna sono i luoghi da cui attinge oggettistica e conoscenze. In negozio altre a lei c’è Teresa, arrivata nel 1999 pensando, come racconta lei stessa, che ci sarebbe rimasta una settimana o due. «E invece sono ancora qua». Tra le due c’è una sorellanza speciale che si è solidificata nel tempo, unite dai dolori, dalle sofferenze e dalle gioie. «Ci sosteniamo a vicenda», racconta Giusy. Che, per la fine dell’anno, ha in serbo una sorpresa per i suoi reikisti. Una nuova attività nella quale si è cimentata mettendoci, come sempre, oltre al cuore tutto il suo grande bagaglio di personale esperienza.

Articolo di Monica Sorte, grazie, grazie, grazie

 

 

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà pubblicato.