Massaggio degli angeli (Aurasoma)

Se la metà del mondo massaggiasse l’altra metà, non ci sarebbero guerre poiché è alquanto difficile essere arrabbiati con qualcuno mentre state scambiandovi un tocco di guarigione.

Durata del massaggio: 1 ora.

Costo del massaggio: 80.00 euro

Vicki Engeham, maestra di vita, maestra di Aurasoma, naturopata in Australia, ha ricevuto nel 1985 in sogno da Vicki Wall, il massaggio riequilibrante dei chakra e lo insegna in tutto il mondo. Io ho avuto la fortuna, di poter partecipare al suo primo corso in Italia.

Il massaggio è una antica arte di guarigione che è stata utilizzata per migliaia di anni, insieme alle erbe ed agli oli essenziali. Il massaggio stimola il sistema immunitario, la digestione e le assimilazioni del cibo vengono migliorate, la circolazione del sangue e linfatica fluiscono, i muscoli si tonificano, i nervi si ritemprano, il sistema nervoso funziona meglio. Dal punto di vista emotivo queste coccole e carezze ci nutrono, ci aiutano a sentirci amati ed accettati, costruendo una sana immagine di noi stessi che è così vitale per il nostro funzionamento fisico, mentale, emozionale, spirituale.
Oggi sappiamo che lo stress è una delle cause primarie delle malattie. La pressione alta, le emicranie, l’insonnia, gli attacchi di panico la depressione, le ulcere, i disordini alimentari e l’abuso di sostanze possono creare difficoltà nel nostro corpo e nella nostra mente. Inoltre lo stress ha effetti devastanti sul nostro sistema immunitario. Il massaggio ci insegna a rilassarci, è un tranquillante naturale.
L’utilizzo delle bottiglie Equilibrium, che contengono le energie viventi delle erbe, degli oli essenziali delle energie dei cristalli, delle energie di Chalice Well e del colore, dei cristalli scelti con cura, del suono di un a campana tibetana, creano un vortice di energie durante il massaggio. I sette maggiori centri energetici, detti chakra, vengono riequilibrati per ristabilire la “guarigione ” interiore.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo eMail non verrà pubblicato.